Cerca nel blog

mercoledì 28 marzo 2018

Quando l'oziorrinco rosicchia le foglie dell'edera, cosa fare?!?

Senza usare veleni?

28/3/2018] Mio: Buongiorno Dr. XXX,  grazie per le foto e devo dire che avete un'edera molto bella e credo che non sia affetta da parassiti, 

ma dalle foglie diradate nella parte bassa, sono certo che il vs. giardiniere di fiducia potrà intervenire con il giusto nutrimento e se utilizzasse un atomizzatore come in foto potrà con estrema facilità diluire nell'#acquabase (BiolabyNeutro) le sostanze utili. cito un mio articolo dove suggerisce alcune tecniche (semplicissime).

Mentre invece, per le foglie mangiate è sicuramente l'insetto Oziorrinco che vive sotto terra e va appunto allontanato. Usare veleni è contro la mia logica,  ma esiste un sistema ecologico che non necessita della mia acquabase, ma semplicemente stendere su tutta la base dell'edera  (e voi siete in una posizione ideale) si vede benissimo nella prima foto che mi avete inviato. 
Certo il mio metodo richiede un po di tempo rispetto all'uso di sostanze insetticida da versare intorno alle radici. 
Mi permetto di suggerire al vostro giardiniere forse già lo sa, di acquistare il tessuto non tessuto
Procedere in questo semplicissimo modo Rimuovere tutte le foglie secche e le erbacce che sono tutte attorno alla base dei fusti dell'edera come in questa foto

una volta ripulito bene tutto il perimetro dell'aiuola che è la dimora delle radici dell'edera come in foto

date un po’ di acquabase Diluita e mescolata ad un concime idoneo per l'edera (in commercio ce ne sono di vari tipi)  

Poi stendere il tessuto non tessuto come un tappeto tagliandolo all'altezza delle partenze dei fusti della pianta dell'edera che mi pare siano a distanza di circa un metro una dall'altra. Fatto questo la pazienza sta nel dire al vostro giardiniere se effettua una visita un po ravvicinata almeno due volte alla settimana... non importa l'ora perché si tratta di sollevare il tessuto non tessuto senza rimuoverlo da dove è stato steso e magari con piccoli pesi ancorato al terreno perché il vento non lo sollevi e lo sposti dalla posizione di tappeto. 

Così facendo si rimuoveranno a mano tutti gli oziorrinchi che la notte escono per andare a rosicchiare le foglie e si sono intrappolati nel tessuto a causa delle loro zampette a uncino e non riescono più a liberarsi.... 
Noterete che in breve tempo tutti gli oziorrinchi che erano nella terra scompariranno e potrete rimuovere tranquillamente il tessuto non tessuto e riutilizzarlo alla prossima primavera. 🙂 spero di essere stato utile e vi auguro buone feste di Pasqua 🙂 Carmine Zannella 

Seguirò i trattamenti che il giardiniere effettuerà, per proseguire nella descrizione dello stato di salute dell'edera e nella speranza di vederla sempre più folta come il Dr.XXX spera.


Tutto questo senza usare i veleni!

Molti privati utilizzano da anni il BioladyDeT:





Le mie verifiche proseguono da anni, sapevo che la vera forza è
__________________
Bastano 7 gocce di sostanze utili come rimedi naturali che

 con #AcquaBase possono risolvere molte situazioni......
Professionisti di fama regionale hanno potuto constatarne 
Usate il corroborante!
  • #acquabasepropolis prossimamente in commercio!             
Propoli in #acquabase per potenziare le difese delle piante.
Nasce l'idea di unire le energie tra la mia #acquabase e
la Propoli.

I miei studi basati sulla ricerca di saper osservare come agisce scientificamente la mia #acquabase.

Sin dal 1997, annoto e divulgo esperienze sui molteplici utilizzi del potenziale, curativo, delle energie contenute nell'acqua (informata) che amo chiamare: acquabase. 

Lieto di essere stato uno dei primi a parlarne, senza cultura, e oggi scopro di essere , forse, servito alla scienza botanica......

Chi usa il Biolady[] ora chiamato BioladyDeT per le piante, anche se non sono mai stato capace di spiegarlo scientificamente.....

Ho impiegato questi anni di lenta ricerca affidandomi sempre al parere di esperti, purtroppo un Botanico di fama regionale (Angelo Tosi rip.) nel 2009[] scomparve e così, anche, molte mie verifiche. 

Il mio lento progresso è stato ulteriormente rallentato,  per la voglia di scoprire i risultati in tanti settori e forse hanno avuto ragione chi ha tentato di dare il proprio consiglio, di concentrarmi solo in un settore.

Ok! Ne prendo atto..... ma purtroppo sono troppo coinvolto.

il 2010 quando i NAS di Alessandria sequestrarono il Biolady perché lovendevo, per la cura delle piante e in etichetta c'era scritto
Coadiuvante Repellente, 
che mi fece vincere un premio del prodotto più ecologico....
ne parlavo qui []

Avete letto bene lo vendevo, perché le persone lo acquistavano a scatola chiusa, solo perché in etichetta leggevano quello che cercavano.

Oggi è ancora così..... la gente acquista un prodotto, solo perché leggono che è scritta la funzione..... quella che serve in quel momento, se poi non funziona o inquinano l'ambiente poco importa?!?

Ma dopo il dissequestro dei NAS ero tornato all'origine delle mie ricerche.
E iniziai a far acquistare...(parole, parole, parole)..... 
Vi lascio immaginare la fatica!

Biolady composto di #acquabase più un insieme di sostanze nate per le pulizie globali:[] 
Tensioattivi e essenze profumate.....

Ignoravo che chi mi aveva mandato i NAS, lo avessero fatto, solo, per poter stabilire, che ancora una volta le persone: quelle più sensibile all'ambiente e alla propria salute, erano alla ricerca della soluzione... 
Più comoda, cioè, leggere in etichetta la funzione!

Durante la fiera di Frascaro AL[  dedicata ai fiori ho rincontrato i miei vicini di banco (Tutto Zucchei quali inizialmente , (anni fa) mi ignoravano, poi anche loro si orientarono sul naturale e precisamente alla Agricoltura Biodinamica e così incuriositi del mio Biolady iniziarono a sperimentarlo........ Poi l'anno scorso gli diedi solo la mia #acquabase da usare e quest'anno mi dissero che avevano notato più efficacia nel Biolady con il tensioattivo piuttosto che solo l'acquabase....

Allora, chiesi di essere più precisi e capii che usavano la mia acqua per uccidere gli insetti e non per aiutare le piante a difendersi...

È bene non confondersi, per non uccidere gli insetti è necessaria:
La Prevenzione!!!

 Usando solo la mia #acquabase che favorisce la traspirazione fogliare e ne potenzia il benessere delle piante aumentando l'azione del fenomenocoesione-adesione-tensione se poi gli aggiungiamo l'informazione giusta quella del corroborante esempio la Propoli 
applicando la regola delle 7 gocce[https://cercosano.blogspot.it/2017/11/solo-7-gocce-per-non-inquinare.html]

Proviamo tutti insieme a ragionare su questo:
se è vero che la mia #acquabase aiuta le piante a difendersi da sole e ci sono già molti che lo hanno notato[https://cercosano.blogspot.it/2018/04/per-piante-fiori-un-trattamento.html]

Allora perché non aggiungere l'informazione mirata alla pianta che vogliamo proteggere esempio: la Propoli viene impiegata come corroborante sulle seguenti colture: Melo, Pero, Pesco, Albicocco, Susino, Ciliegio, Kiwi, Vite, Fragola, Olivo, Agrumi, Orticole, Floreali e altre colture minori.
 svolge una spiccata azione di potenziatore delle difese delle piante verso attacchi fungini e batterici;
La propoli agevola una rapida cicatrizzazione delle ferite delle piante causate dalla potatura o rotture di rami ecc. favorisce inoltre l’impollinazione, perché le api ne vengono attratte, 
migliorando così la conservazione in post-raccolta della frutta 
e riduce l’insorgenza di marciumi. 
Questo vi ricordo che usando, solo, la mia #acquabase già lo fa!!!
Tornando al metodo di aggiungere semplicemente l'informazione della propoli qualsiasi erboristeria è fornita ne aggiungete 7 gocce nello spruzzino da 1 litro della mia #acquabase e il sistema è attivato.

Certo se leggendo vi dovesse venire in mente che allora è possibile farlo con qualunque acqua di rubinetto allora fate pure...........
 perché acquistare la mia acqua potabile del rubinetto di Torino?!?

..


Se volete saperne di più?!?
Vi potrò dare una mia ricetta su come preparare la Propoli diluita nella mia#acquabase

Seguite la pagina dedicata all'uso dei corroboranti[] 


Poi aziende agricole: 
#Jonicagrumi in Puglia
e poi:
+info[(Qui)]





Nessun commento:

Posta un commento